Le bugie nel piatto: superfood e diete killer

Il palco del Piccolo Teatro di Scheggino, alle porte di Spoleto, ha ospitato la tavola rotonda sull'alimentazione organizzata da Focus nella cornice della tappa umbra di Panorama d’Italia, la live conference di Panorama.

 

Il ruolo dell'EFsA. Vista l'attenzione che c'è non soltanto per quello che si mangia, ma anche per quanto si acquista al supermercato, Barbara Gallani ha spiegato che cosa fa l'EFSA, l'organismo europeo con sede a Parma incaricato di vigilare sui cibi e gli alimenti, per tutelare i consumatori (min 13’00”) e per rendere le etichette dei prodotti alimentari sempre più complete e semplici (min 15’00”).

 

L'olio di palma. Al minuto 18 si è parlato di un tema molto caldo: l'olio di palma fa bene, fa male, fa niente? Argomento complicato che in 10 minuti è stato sviscerato da tutti gli esperti. Spisni ha sottolineato come se ne prendesse troppo in passato e come non sia un "veleno". Carla Lertola ha dato invece una serie di consigli molto pratici per limitarne l'assunzione (min 19 e 50''). Valentina Bolli ha spiegato (min 25 e 40'') che cosa sono i carotinoidi e in generale i grassi saturi contenuti nell'olio di palma e perché lo si utilizza così tanto.

 

SuperFood. Incalzato da una domanda di un medico (min 28) il panel di esperti di Focus ha parlato di curcuma, zenzero e di tutti i cosiddetti superfood. In particolare Spisni ha spiegato come impiegare grandi quantità di curcuma o zenzero per le loro supposte qualità antitumorali sia inutile e sbagliato (min 29 30'') mentre Gallani (min 31 39'') ha fatto presente l'impegno dell'Unione Europea per cercare di validare scientificamente gli effetti dei superfood.

 

Gli integratori magici. Grande interesse da parte del pubblico anche per il mondo degli integratori alimentare (min 36 25''). Sul tema gli esperti di Focus sono stati molto compatti: nessun integratore è efficace ha spiegato Spisni (min 37 21'') mentre Bolli (min 38 45'') ha sottolineato come il loro utilizzo crei molti alibi a chi cerca di dimagrire e non favorisca un corretto stile di vita alimentare.

 

La diretta Facebook si è interrotta brevemente ed è ripresa nel video qui sotto.

 

 

Impegno e stile di vita. Carla Lertola (all'inizio del secondo video) ha ribadito come per dimagrire dobbiamo diventare protagonisti della nostra vita e non affidarci alle "pillole" che peraltro non si possono prendere per sempre. Spesso il concetto di dieta è comunemente associato alla privazione dei piaceri del cibo: si tratta in realtà di un errore, perché la parola “dieta” deriva dal greco δίαιτα (diaita), che significa “stile di vita”.

 

Olio d'oliva, come riconoscere quello buono? Il panel ha risposto anche a una domanda sulla qualità dell'olio d'oliva (min 2 30'' del secondo video) ed è tornato ancora sul tema della curcuma come antitumorale (min 14) spiegando come le interferenze tra integratori alimentari e farmaci siano molto complesse e ancora poco conosciuti (min. 14 40'') e sulle differenze tra farmaci e integratori (min 15 30'').

 

Gluten free. Il pubblico ha poi chiesto lumi su celiachia e intolleranze al glutine (min 18) . Gli ospiti sul palco hanno confermato come in molti casi la scelta di eliminare dalla propria dieta certi alimenti senza aver consultato uno specialista sia inutile se non dannosa. No quindi al fai-da-te e ai test bufala (min 21 30'').

 

VEGANO SÌ, VEGANO NO. Gli esperti hanno poi affrontato il tema della dieta vegana (min 25 06''): diverse istituzioni scientifiche la annoverano tra le diete più salutari, ma va comunque affrontata con attenzione e responsabilità.

 

Occorre fare attenzione agli squilibri e sopperire, laddove serva, alle opportune integrazioni con le vitamine normalmente presenti nei cibi di origine animale. Dunque se si vuole seguire un regime vegano, va seguito sotto controllo (Valentina Bolli min 25 20'' e Enzo Spisni min 31 45'') e con attenzione.

 

FATTO COLAZIONE? Sia il pubblico in sala sia quello su Facebook hanno fatto numerose domande sulla colazione, il pasto più importante della giornata: qual è una colazione sana? I tre esperti (dal minuto 33 03'') hanno spiegato cosa è meglio mangiare al mattino.

 

 

 

Pasta e grano. Spisni (min 40 18'') ha sottolineato come noi italiani mangiamo più pane e pasta degli altri e che il 70% della pasta prodotta in Italia è fatta con grani provenienti dall'estero. Come per il latte, l'anno prossimo potrebbe diventare obbligatorio indicare nelle etichette la filiera del grano.

 

OGM. Non poteva mancare una domanda sugli OGM (min 45 13''). Barbara Gallani ha spiegato come funzionano le leggi europee e come i consumatori italiani siano tutelati. Spinsi ha sottolineato come il ricorso agli OGM non sia necessario, soprattutto in Italia. 

 

Surgelati. Una questione molto pratica (min 48 45'') e una domanda molto semplice: i surgelati fanno bene o fanno male? 

Valentina Bolli ha spiegato che c'è differenza tra piatti pronti all'uso (più problematici) e gli alimenti veri e propri (più sani). Guardare l'etichetta è fondamentale, per capire se sono calorici e se hanno molti grassi.

Barbara Gallani ha sottolineato come surgelare alcuni alimenti permette di evitare lo spreco alimenta dei cibi.

Carla Lertola, invece, ha spiegato come alcuni alimenti (per esempio i cefalopodi) ci guadagnano, in gusto, con il surgelato. Spinsi ha però messo in guardia: non deve sostituire completamente il fresco.

 

Cibi integrali. Verso la fine dell'incontro la platea si è riscaldata e ha fatto varie domande. Tra queste una sul riso integrale e sui cibi integrali in genere (min 55 30''). Spinsi ha sottolineato i moltissimi vantaggi dei cibi integrali (dai nutrienti alla glicemia fino alla presenza di fibre), mentre Lertola ha ribadito come è meglio preferire l'integrale, ma sempre senza escludere il resto. In altre parole: l'equilibrio è tutto. 

 

Bevande. Attenzione alle quantità di alcol (1h02'10''): Bolli ha dato i numeri precisi e ha messo in guardia  dalle bevande zuccherate (una tantum sì, tutti i giorni no). Lertola invece ha spiegato come (e quanto) bere il caffè. Infine sono stati dati i consigli sulle bevante per le donne in gravidanza.

 

 

L'intervista a Barbara Gallani (responsabile del Dipartimento Comunicazione e Relazione esterne di EFSA)

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *